Federico F. - L'autunno ha veglie di parole

Home > POESIA / lirica-prosa > Federico F. - L'autunno ha veglie di parole

TITOLO L’autunno ha veglie di parole

AUTORE Francesco Federico

Nato a Palermo, nel1949, vive a Bagheria (PA). Pubblica dal 1966 e collabora a riviste e periodici con saggi sull’arte e sulla letteratura. Ha pubblicato le sillogi poetiche: Valle del Belice e altre poesie (1968), L’Imbroglio (1983), Disagio e Tregue (1986), Amori Amore (1989), Via dell’orologio (1993), Caro Alceo (1998), Diario svelato (2001), Il viaggio difficile (2004), Sulla linea del cerchio (2011) e Dalla terra acida (2012). Ha pubblicato inoltre il racconto Il cielo di corallo (2009), nonché i due saggi sull’arte Le forme dell’anima (2004) e Le forme del nostro esserci (2013).

GENERE Poesia

ISBN 978-88-6704-081-0

PREZZO8,00

PAGINE 64

FORMATO 15 x 21

ANNO DI PUBBLICAZIONE 2013

CONTENUTI

Ho dato il titolo L’autunno ha veglie di parole da un testo dedicato a mia moglie, anche lei con la patologia della scrittura poetica. Ma, in generale, il titolo si inserisce nella comprensione di una stagione come l’autunno, che ha in sé giorni umorali e voglie di fughe da una civiltà litigiosa e iniqua. Le veglie favoriscono la riflessione sull’esistere, e producono la straordinaria pausa liberatoria dalle tensioni accumulate, senza alcuna reazione insensata, se non quella della scrittura e della ricerca delle parole appropriate, incisive e musicali, da cui trasuda il nostro baratro esistenziale. E succede che, quando scrivo, comprendo qualche ipotesi sulla nostra presenza ed essenza, o sul grande mistero che è il sogno della vita. (F.F.)

COLLANA Lyra (collana di poesia)

» Richiedi più informazioni