Plivelic Ivan, La mia rivoluzione (pagg. 296, € 7,90), ISBN 978-88-6704-037-7

Home > E-BOOK > Plivelic Ivan, La mia rivoluzione (pagg. 296, € 7,90), ISBN 978-88-6704-037-7

Scrivo della mia rivoluzione, di come ho voluto cambiarmi, come ho potuto diventare un altro uomo. Una rivoluzione, questa, più importante della mia lotta armata.
Al mio ritorno in patria, dopo trentadue anni di assenza, mi chiedevo cosa avrei provato. Sul confine non sentii nulla, nessuna emozione, non provai desiderio di baciare la terra natia, come se fossi giunto non a casa ma in un paese straniero. Pensavo “ormai è svanito l'amore per la patria, sono qua come turista per vedere che cos’è cambiato”. Una settimana sul Lago Balaton, un'altra a Budapest. Tutto era tranquillo, come se fossero passati appena alcuni mesi dalla mia fuga.
Fu un violinista tzigano, in un ristorante, a scuotere la mia indifferenza, risvegliando il passato. L'abbracciai in lacrime, ma non fu il vero ritorno di Ulisse. Ciò avvenne di domenica, alla Chiesa di Mattia, mentre si cantava il commovente Inno Nazionale. Io non ci riuscii. Per la commozione la mia gola era stretta come in una morsa, emettevo solo suoni stonati, era più un pianto che un canto. Le lacrime bagnavano la terra ai miei piedi.
Ero finalmente tornato a Casa!



Nato a Budapest il 19 gennaio del 1935, Ivan Plivelic si autodefinisce mitteleuropeo per via delle discendenze ungherese, italiana, croata e tedesca.
Diplomato perito chimico nel 1954, ha lavorato nell'industria farmaceutica fino al novembre 1955, anno in cui si è arruolato.


» Richiedi più informazioni