Padula Giancarlo, E se Dio fosse infinitamente cattivo? (pagg. 88, € 5,90), ISBN 978-88-96604-67-0

Home > E-BOOK > Padula Giancarlo, E se Dio fosse infinitamente cattivo? (pagg. 88, € 5,90), ISBN 978-88-96604-67-0

Nonostante il processo di secolarizzazione, molte persone avvertono il bisogno di una nuova spiritualità. Si tratta della stanchezza per la razionalità scientifica e tecnologica occidentale che elimina le certezze, corrode ogni fede, ma difficilmente riesce a dare valori e risposte ai perché? Oppure del rifiuto per uno stile di vita fondamentalmente consumistico? O dell’occupazione di uno spazio lasciato libero dalla ritirata delle religioni tradizionali?
Diventa sempre più evidente che l’aspirazione alla trascendenza e il bisogno di sviluppo interiore sono aspetti fondamentali della natura umana. L’uomo moderno è un individuo fragile ed insicuro, che ha perso e tuttora sta perdendo le sue certezze. Proprio per questo sente l’esigenza e il bisogno di inserirsi in un contesto religioso.

Giancarlo Padula nasce a Terni nel luglio del 1953. È giornalista professionista e scrittore con all’attivo molte opere. Insignito della Medaglia d’Argento per meriti professionali, in occasione dei 25 anni di prestazione dell’opera giornalistica, abita a Terni. È iscritto all’Albo dei Musicisti Italiani ed Europei. Già direttore delle testate dei Papaboys: I ragazzi del Papa (Portale, Magazine e Tv), è il vincitore del Premio Astro Nascente consegnatogli al teatro Olimpico in Roma da Lorena Bianchetti, conduttrice di “Domenica In”. È stato l’autore dello scoop in esclusiva mondiale della pubblicazione del testamento dello stilista Gianni Versace, Giancarlo Padula ha iniziato la carriera giornalistica a Terni, sua città natale in una delle più prestigiose testate italiane: “Paese Sera”, che dal 1973-’74 al 1976 aprì l’Edizione Umbra. Nel 1977 fece parte del nucleo fondatore di Radio Galileo, emittente storica. Nel 1980 ha coordinato la redazione ternana di “Paese Sera”, nel contesto di una edizione ridotta, fino al 1983, anno in cui è stato chiamato a far parte dell’équipe fondante di un nuovo quotidiano: “Il Corriere dell’Umbria”, dove ha prestato la sua opera come redattore nella redazione di Terni fino al 1985, per poi essere trasferito nella redazione centrale di Perugia, dove ha prima assunto l’incarico di Capo Servizio nel settore Province, e poi quello di Capo Cronaca. Nel 1989 è stato inviato nelle Marche per dirigere l’edizione maceratese de “La Gazzetta” (una catena di giornali presenti nelle Marche, Romagna, Arezzo, Siena, Firenze). Nel 1991 Padula ha ricoperto un importante incarico presso L’Enciclopedia Britannica, quindi, dopo aver fondato il periodico del Comune di Macerata “LineAperta” e averlo diretto per un anno, è stato chiamato dal Gruppo Espresso - La Repubblica per far parte di un pool al quale è stata affidata per due anni la sperimentazione di un prototipo di nuovo quotidiano: “Il Centro Marche” e successivamente “La Nuova Fermo”. Attualmente è direttore del Portale di informazione on line: www.ternimagazine.it.

» Richiedi più informazioni